Verona Card: quello che c’è da sapere sul pass turistico

Verona Card: quello che c’è da sapere sul pass turistico

Per visitare al meglio Verona, la città dell’amore, un valido sussidio per risparmiare può essere la Verona Card, il pass turistico che permette l’accesso ai principali punti d’interesse, saltando anche la fila, e include anche alcuni mezzi di trasporto pubblici. Vediamo di che si tratta.

Informazioni generali sulla Verona Card

Pensata appositamente per turisti, la Verona Card è una sorta di badge che vi dà diritto a un “pacchetto” di servizi. Nello specifico:

  • Accesso gratuito a musei, chiese, monumenti;
  • Riduzioni presso punti di interesse convenzionati;
  • Utilizzo illimitato dei bus urbani ATV;
  • Sconti speciali per tante esperienze da vivere in città.

Nota bene: I mezzi di trasporto pubblico incluso sono solo le linee urbane. Non è compreso nel prezzo il servizio Aerobus, per il collegamento dall’Aeroporto di Verona al centro città.

Punti vendita, validità e prezzi

La Verona Card è acquistabile presso l’Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica Iat Verona oppure potete comprarla presso i siti d’interesse che sono inclusi. Se preferite, anche online.

Ecco il link dove potrete trovare la lista di tutti i punti vendita, con i riferimenti geografici: Link.

Potete trovare la card turistica in una duplice versione, validità e prezzi variano secondo le vostre esigenze:

  • per 24 h (1 giorno), il prezzo è di €20 per una persona;
  • per 48 h (2 giorni), il prezzo è di €25 per una persona.

Come usare la Verona Card

Dopo l’acquisto, per usufruire della Verona Card vi basterà convalidare il badge turistico nei luoghi che visiterete e sulle linee urbane, semplicemente appoggiandolo sull’apposito lettore.

Per il resto, non dovrete fare altro che mostrare la card all’ingresso di ogni punto di interesse o presentarla alle attività convenzionate per i vantaggi offerti. Dal primo utilizzo la tessera sarà attiva. Vi ricordiamo che la Verona Card consente un solo accesso per ciascun punto d’interesse.

Per essere sempre aggiornati sullo stato della vostra Verona Card, vi consigliamo di scaricare l’app Verona Turismo ed entrare nell’area possessori inserendo il codice che troverete sul pass.

Cosa è incluso nello specifico

Essenzialmente si tratta di un biglietto cumulativo con cui potrete accedere gratuitamente o con riduzione ai principali musei, chiese e monumenti della città dell’amore. È incluso veramente tutto ciò che vi può fare dire di conoscere a fondo Verona, i siti assolutamente imprescindibili. Vantaggio non indifferente è costituito dalla possibilità di risparmiare tempo, saltando le file e entrando subito per le visite.

Nel dettaglio, i punti di interesse compresi gratuitamente sono:

  • Arena;
  • Basilica di S. Anastasia;
  • Basilica di S. Zeno;
  • Casa di Giulietta;
  • Centro Internazionale di Fotografia;
  • Chiesa di S. Fermo;
  • Complesso della Cattedrale;
  • Galleria d’Arte Moderna al Palazzo della Ragione;
  • Museo di Castelvecchio;
  • Museo di Storia Naturale;
  • Museo della Radio G. Marconi;
  • Museo Lapidario Maffeiano;
  • Museo Archeologico al Teatro Romano;
  • Museo degli Affreschi – Tomba di Giulietta;
  • Torre dei Lamberti;
  • Arche Scaligere.

Potrete visitare con una riduzione, invece:

  • Museo Miniscalchi Erizzo;
  • Museo Africano;
  • Giardino Giusti.

Oltre a ciò, la Verona Card vi dà il diritto a diversi sconti per esperienze da vivere in città.

Ecco il link dove potrete trovare l’elenco completo delle attività convenzionate con indicazione di prezzi e informazioni utili: Link.

Dunque, la Verona Card è un pass completo che vi permetterà una permanenza piacevole tra le bellezze che la città offre. I vantaggi sono notevoli, non solo dal punto di vista economico. Un plus, ad esempio, è la possibilità di usare l’app per eventuali dubbi su scadenze o quant’altro. Fate le vostre valutazioni e scegliete la formula che più si adatta a voi!

Se avete voglia di scoprire altre informazioni su Verona, date un’occhiata alla nostra pagina dedicata proprio alla città dell’amore.