Dove alloggiare a Siracusa: Indicazioni e Informazioni utili

Dove alloggiare a Siracusa: Indicazioni e Informazioni utili

Alla base della pianificazione di un viaggio vi è senza dubbio la scelta del quartiere in cui pernottare. Se avete voglia di partire alla scoperta della città del mito, ecco a voi una guida su dove alloggiare a Siracusa.

Tra tutto ciò che riguarda un viaggio, essere informati a fondo sui quartieri migliori e su quelli da scartare rappresenta uno dei punti di partenza. Capire dove alloggiare non è mai semplice e banale, ma dipende da una molteplicità di fattori. Innanzitutto, bisogna considerare il budget a disposizione, la distanza dai punti di interesse storico-culturali più importanti, la presenza o meno di fermate dei trasporti pubblici nelle vicinanze, eventuali locali notturni in zona, il tasso di illegalità del quartiere e tanti altri.

Sicuramente se non avessimo un budget prefissato, tutti sceglieremmo il pieno centro storico di ogni città risolvendo la maggior parte di questi problemi ma, in molti casi, occorre cercare il miglior compromesso dove trovare una sistemazione adeguata, confortevole, sicura e in una posizione ottimale.

Il “cuore” di Siracusa: l’Isola di Ortigia

Il fulcro centrale è senza ombra di dubbio l’Isola di Ortigia, considerata il centro storico di Siracusa, nonché sede della movida notturna con pub e ristoranti, sopratutto durante i mesi estivi. Dislocati qui, infatti, si trovano i principali punti di interesse, tra cui il Duomo, il Castello Maniace e la Fonte Aretusa.

Data la posizione, si tratta del miglior punto per soggiornare, considerando l’intera zona. Non c’è una parte privilegiata rispetto ad un’altra, dato che, a piedi, si può arrivare tranquillamente ovunque. Se, invece, si vuole visitare Siracusa in toto oltre Ortigia, occorrerà utilizzare i mezzi pubblici o l’auto.

Attenzione, però, che la maggior parte dell’Isola di Ortigia è una ZTL, quindi il posteggio può risultare difficoltoso. Ci sono, però, a pagamento, tante alternative (alcune molto costose) dove poter lasciare l’auto.

Ecco cosa vedere assolutamente a Siracusa: Link.

Quartieri secondari in alternativa al centro storico

Esistono, però, valide alternative per alloggiare in quartieri che, seppur secondari, permettono di vivere a pieno un’ottima esperienza in città. Questi sono:

  • Umbertino, quartiere storico della città, in prossimità dell’Isola di Ortigia, che ruota attorno al Corso Umberto I (da cui prende il nome), che comprende anche altre strade secondarie come Viale Montedoro e Via Malta;
  • Santa Lucia (ex Borgata), quartiere più distante da Ortigia (circa 1,5 km) ma che può costituire la scelta giusta se la vostra intenzione è quella di non soffermarvi tutti i giorni nell’Isola ma di visitare un po’ ogni parte di Siracusa.

Non ci sono, invece, dei veri e proprio quartieri secondari da sconsigliare. Un consiglio che possiamo darvi è quello di non allontanarvi troppo dall’Isola di Ortigia ma, semplicemente, per comodità e distanza dai principali punti di interesse. Per questa ragione, meglio non soggiornare nella zona della Neapolis, ma solo perché intorno, a parte il Parco Archeologico, non c’è altro da visitare.

La nostra esperienza a Siracusa

Noi di Due Coperti, essendo siciliani, già conoscevamo la città di Siracusa e siamo andati diretti e sul sicuro per quanto riguarda scelta del posto in cui soggiornare.

Noi abbiamo prenotato un B&b vicino il Castello Maniace, nell’Isola di Ortigia. Una zona assolutamente tranquilla e, nel nostro caso, distante solo 400 metri dal Duomo di Siracusa e 200 metri dalla Fonte Aretusa, dalla quale abbiamo visitato tutta l’isola a piedi facilmente alla scoperta di ogni angolo, culturale e storico, a terra e in mare.

Se avete voglia di scoprire altre informazioni su Siracusa, date un’occhiata alla nostra pagina dedicata proprio alla città del mito greco.